Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I ribelli della nuova Libia

Sono stati in molti nel mondo arabo, e non solo, ad inorridirsi per le immagini macabre sulla presa di Gheddafi, e la brutalità della sua uccisione per mano dei cosiddetti “ribelli”, a suon di flash per i telespettatori. Una bestialità senza precedenti. Certo, la guerra non si fa con il fioretto, ma il ritratto dei ribelli che e' emerso in tutta evidenza in questa vicenda di certo non fa loro onore e la dice lunga sull'inaffidabilita' di questa armata brancaleone. Peraltro una morte da combattente come questa, con tanto di violenze gratuite, aiutera' non poco la costruzione di un mito da martire.
Ma a dare l'idea su chi sono i “ribelli” a cui si sta mettendo mano il futuro della Libia, ecco ancora l'ultima pillola: il presidente del Consiglio Nazionale di Transizione, Mustafa Abdel Jalil, ha promesso il rafforzamento della Legge Coranica che «sarà la base del nostro ordinamento». Ciò significa, ha spiegato, la modifica «della legge sul divorzio e sul matrimonio che non sono conformi alla Sharia»; e ancora: "apriremo banche islamiche che non potranno dare interessi, vieteranno l'usura".
Come se la poligamia sia una delle priorità della nuova Libia.
Ma siccome al peggio non c'è mai fine, a destare altre preoccupazioni è la lettura di questo studio del 2007 segnalato da Sherif el Sebaie. Evvai con la democrazia. Libia n.3.

  • valerio peverelli |

    Ti rispondo con un post:
    http://in30secondi.altervista.org/2011/10/24/piccole-riflessioni-sulla-situazione-libica/

  • kiddy01 |

    è un peccato che chi rappresenta l’islam non perda mai l’occasione di retrocedere con decisione nel medio evo e mostrare il suo vero volto… in barba a tutti gli intellettualoidi musulmani dalla faccia moderata che vendono aria fritta purtroppo con un certo successo nel cosiddetto mondo libero

  • italiano |

    E un bell’articolo su Sarko? date uan letta aii giornali francesi fieri di aver organizzato la rivolta, prima che rivolta ci fosse, e quindi la guerra e la distruzione che ne sono seguite. Avrete letto che i ribelli violentano e torturano gli stranieri ed i neri delle regioni a piu’ forte incidenza di cittadini di colore ma pur sempre libici. Stupri si massa, uccisioni sommarie, torture…ecco cosa la NAto ma soprattutto la Francia hanno regalato alla libia. … mentre continuano a fare affari con i dittatori tipo quello del Chad ecc.

  Post Precedente
Post Successivo