Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Un premio alla memoria di Jerry Masslo

Jerry Masslo era un bracciante sudafricano assassinato il 25 agosto 1989 nelle campagne casertane.

Oggi si annuncia che la Flai-Cgil, la federazione dell’agroindustria del sindacato di Epifani, ha istituito un premio biennale dedicato alla sua memoria.

«L'istituzione del premio – spiegano dalla Flai – è finalizzata alla valorizzazione e incentivazione della dignità del lavoro nel settore agricolo, con particolare attenzione ai braccianti provenienti dai paesi del terzo e del quarto mondo, e per riaffermare le ragioni della lotta portata avanti dal sindacato contro il lavoro nero e il caporalato».

Dall’assassinio di Jerry Masslo sono passati  20 anni, ma le condizioni dei braccianti stranieri, come si è visto con il caso della rivolta di Rosarno, non sembrano essere migliorate, neanche un po’. Purtroppo, i volti dei braccianti del 2010, che abbiamo visto sui giornali e in televisione, trasmettono la stessa e identica fotografia della condizione di sottomissione, ingiustizia, degrado e solitudine, in cui riversavano i braccianti come Jerry Masslo del 1989.  

Per questa ragione, oltre al giusto premio per commemorare un martire di questa pagina nera in tema immigrazione, lavoro nero e caporalato,  è necessario aprire gli occhi e trovare una soluzione politica vera, che riesca a regolarizzare e tutelare queste mani, senza le quali difficilmente l’agricoltura italiana sopravviverebbe e tutti noi avremmo, ogni giorno, le nostre tavole ricche di ogni bene.

  • HFaouzi |

    E quale garanzie ha invece il regolare lavoratore straniero in tutti i settori.? visto che lo stato italiano sempre più, lo trasforma quasi sempre in clandestino, poi lo manda via senza dargli i suoi risparmi di pensione, che ha pagato all’ inps per anni. E quanti altri premi deve dare o rimborsare l’italia per questi martiri di lavoro che sono piu di un millione e mezzo e stanno morendo in continuazione diversamente da jerry che è morto 20 anni fa?. Poi si decreta la leggi flussi nonostante che in Italia ci sono quasi un milione di persone chi rischiano la perdita del permesso di Soggiorno quindi, clandestinita espulsione perche sono senza lavoro? se non per vendere i contratti all’estero e mettersi in tasca altri risparmi d povera gente.
    Poi mi chiedo perche cavolo gli stagionali devono pagare per una pensione che non avranno mai ?

  Post Precedente
Post Successivo