Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il nuovo governo tunisino tra l’annuncio e la svolta

Si riuscirà questa volta a formare il nuovo governo tunisino? La patata bollente passa nelle mani del nuovo leader di transizione, Mehdi Jomaa, al quale toccherà far uscire il paese dalla stagnazione politica. Una condizione che si protrae da oramai tre anni: dopo l'impasse ideologica che si è creata con il governo islamista di Ennahda, che non è riuscito a slegarsi dalle frange più radicali, non concludendo alcun fatto concreto sulla rinascita della Tunisia sul piano economico e sociale, il nuovo ledear Mohdi Jomaa, intende cambiare pagina, con un governo di giovani. Ha annunciato il proprio programma attraverso lo strumento dei giovani per eccellenza: Facebook.

Sul suo profilo (come riporta l'Agenzia Nova) si legge che darà “nuovo ossigeno allo sviluppo del paese” e promette “lotta al terrorismo”, “alla speculazione e a ogni forma di corruzione ed evasione fiscale”. “La Tunisia deve tornare a brillare”, ha proseguito il premier incaricato, e ciò potrà accadere solo quando lavoreremo e saranno garantiti i diritti civili a tutti quanti i cittadini, “rispettando tutti, e senza distinzione politica o religiosa”.

Fra una settimana si sapranno i nomi che comporranno il nuovo governo tunisino. Se questo dovesse accadere, si potrebbe essere a un punto di svolta: si potrebbe arrivare a una riappacificazione sociale compromessa dagli omicidi politici che hanno segnato gli anni post-primavera tunisina, a cui aggiungerei la radicalizzazione da un lato dei laici e dall'altro dagli islamisti; si potrebbe riconoscere la componente giovane dei tunisini che, non bisogna dimenticare, è stata la miccia della rivolta dei gelsomini; si potrebbe riavviare l'economia stessa di questo paese che sta pagando un prezzo troppo alto per l'immobilità politica e la violenza che ha fatto scappare non pochi investitori stranieri.

Per il momento rimaniamo nel mondo delle ipotesi, fra una settimana sapremo se si passerà al concreto o se sarà l'ennesimo annuncio senza seguito.