Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Apertura di nuovi CIE. Ma se gli sbarchi sono stati quasi azzerati, come ha dichiarato il Ministro Maroni, che bisogno c’è di aprirne di nuovi?

Solo 2 giorni fa, il Ministro dell’Interno Roberto Maroni, ha dichiarato che " gli sbarchi di clandestini, dal 1 agosto 2009, al 31 luglio di quest'anno sono diminuiti dell'88%, passando dai 29 mila del periodo agosto 2008-luglio 2009, ai 3.499 di fine luglio 2010".

"A Lampedusa -ha aggiunto il Ministro- gli sbarchi sono stati azzerati". L'accordo con la Libia funziona molto bene e l'intenzione è di estendere questo accordo anche ad altri Paesi come Turchia e Grecia".

A seguire però, c’è la smentita da parte della Caritas, che senza mezzi termini fa sapere che in realtà,  "la pressione migratoria è rimasta sostanzialmente immutata se non aumentata”.

Tra ieri ed oggi poi, qualche clandestino in questo caldo estivo, e vista la permanenza ormai di 6 mesi con il nuovo pacchetto sicurezza, non ce la fa più. Prova a fuggire dalla prigione temporanea, chiamata CIE.

E prontamente il sottosegretario degli Interni, Alfredo Mantovano, annuncia l’apertura di altri CIE. In Campagna, Veneto, Toscana e Piemonte.

Ma allora io mi chiedo, se effettivamente questi sbarchi sono diminuiti, e gli accordi con la Libia stanno andando benissimo, che bisogno c’è di aprire altri CIE?

  • Andrea |

    Si è reso conto che molti di quelli che entrano clandestinamente arrivano in aeroporto con visto turistico e quindi ha avuto l’idea – geniale – di costruire un Cie vicino Malpensa, come se si potesse sapere da un visto turistico se uno si fermerà in Italia dopo la scadenza del documento.
    (Che dire?)

  Post Precedente
Post Successivo